giovedì 12 gennaio 2017

Cyrano de Bergerac, Slammed, Romeo e Giulietta e chi più ne ha più ne metta.

L'intenzione era quella di ritornare col botto: scrivere una recensione forbita, costruttiva, piena di belle parole per quel gran capolavoro che è Cyrano de Bergerac e una piena di derisione, sarcasmo per quella insensata storia d'amMore tra Romeo e Giulietta.

E invece no.

E invece mi ritrovo a scrivere, davanti la seconda tazza di cioccolata calda della settimana (perché a noi le calorie ci spicciano casa), del mio attaccamento per le Poste italiane che crescerà improvvisamente non appena la postina varcherà la soglia di casa col mio libro in lingua inglese, comprato tramite Bookdepository, la mia nuova droga.

Il libro in questione è Slammed di Colleen Hoover, romanzo - che io ho già precedentemente letto in italiano - che desidero fortemente (Poste italiane, mi leggi?) in lingua originale per rispolverare/risvegliare/dare il colpo di grazia a quella che è, da sempre, una delle mie più grandi passioni: la lingua inglese.

E va beh, aspettiamo.
In maniera composta e senza dare di matto.


4 commenti:

  1. Leggere in lingua inglese è sempre un'ottima idea, anche se il libro che aspetti non lo conosco. ;)

    P.s. spesso mi chiedo pure io se Poste Italiane legge le mie velate minacce :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saper leggere in inglese, senza usare dizionari, è quello che ho sempre desiderato.

      P.S.: prima o poi ci leggeranno. Sono fiduciosa!

      Elimina
  2. Io leggo da sempre, sia in inglese che in italiano (da poco anche in spagnolo): ci sono sfumature in entrambe le lingue che una volta tradotte si perdono perciò ti do ragione.
    Per le Poste... guarda io compro i libri in lingua su Kobo o IBS e per il secondo comprendo l'agonia dell'attesa.
    Poste, dove siete?
    Passa a farmi visita, se ti va!
    Francesca

    https://francescavanniautrice.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Poste: gioie e dolori!

      Benvenuta! :)

      Elimina